Programmazione RPG CGI

Cosa cambia nella programmazione se si vuole andare in WEB con il linguaggio RPG?
Concettualmente un programma RPG per il WEB deve solo sostituire l’ I/O per il device WORKSTN con l’ I/O verso il browser.
Quindi invece di emettere e ricevere in input formati di un display file deve emettere e ricevere pagine HTML.
Tutto il resto, accesso al data base, logica di calcolo, utilizzo delle funzioni di sistema operativo (autorizzazioni, comit, lock di record, override, lista di librerie, spool ecc.) rimane invariato, a differenza di quanto avviene con altre tecniche

C’ è una discreta analogia tra la gestione dell’ I/O di pagine HTML e quella di un display file gestito internamente. Infatti:

DSPF

  • Lettura record READ + Specif. di input
  • Scrittura record EXCEPT + Specif. di output

HTML

  • Lettura record campo = zhbgetvar(‘campo’)
  • Scrittura callp updhtmlvar(‘campo’:campo) + callp wrtsection(‘formato ‘)

 

Anche la gestione delle varie pagine HTML è del tutto analoga a quella dei DSPF.
Infatti:

  • Anche le pagine HTML sono definite esternamente ai programmi
  • Sono organizzate in “sezioni” del tutto analoghe ai formati dei display file

Ci sono però alcune differenze nella realizzazione di alcune funzioni o effetti come:

  • Subfile – non tanto nella visualizzazione quanto per le tecniche legate ai codici operativi READC, CHAIN e UPDATE
  • Sovrapposizione di formati e finestre
  • Attributi condizionati da indicatori

Un’ altra differenza importante sta nel flusso elaborativo del programma
Infatti per poter emettere una pagina il programma deve andare a fine lavoro (RETURN con LR spento) e successivamente per leggerla riparte dalla prima istruzione di calcolo.
Occorre quindi “veicolare” opportunamente la sequenza elaborativa del programma, per esempio con un tipo record che individui il formato appena letto ed instradi opportunamente la sequenza elaborativa del programma.

Rispetto ad un DSPF la pagina HTML ha funzionalità e gradi di libertà molto maggiori
Un tradizionale campo (di input, output o input-output) ha anche attributi relativi al font, allo stile, alla dimensione del carattere, al colore, alla dimensione e colore del bordo, al colore dello sfondo.
Oltre ai campi nella pagina possono essere presenti altri elementi del tutto nuovi rispetto ai DSPF come link, immagini, filmati, suoni, menu a tendina, check box, effetti grafici ecc..

 Quello che è importante è il fatto che il programma RPG ha il pieno controllo di tutte queste nuove funzionalità, nel senso che può attivarle o no od impostarne l’ opportuna modalità di rappresentazione al verificarsi o meno di certe condizioni applicative.
Questo è di fondamentale importanza. Questo vuol dire avere un programma WEB.
Sul mercato ci sono dei software che intercettano le stringhe 5250 emesse dal programma e le trasformano in html, dando l’ impressione di avere un programma WEB. In realtà non è così perché il programma continua a vedere i formati 5250 e non può pilotare funzionalità che il 5250 non ha. E’ come vedere un film in bianco e nero e, mettendosi lenti colorate, illudersi che il film sia a colori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: